logo
Newsletter ANCEFERR N. 06 - 15 marzo 2021
In questo numero:
 
In primo piano
 
  • Nuova sede per Anceferr
    L’Associazione ha provveduto a trasferire la propria sede sociale di Roma in viale di Monte Oppio n.24. La nuova sede offre spazi più ampi, adeguati e funzionali al potenziamento e all’organizzazione. Da oggi, 15 marzo, gli uffici saranno pienamente operativi.
  • Vito Miceli presidente e Franco Ceprini vicepresidente
    Il Consiglio direttivo riunito venerdì 5 marzo ha eletto Vito Miceli e Franco Ceprini alle cariche di presidente e vicepresidente dell’Anceferr. A Pino Pisicchio e Tommaso Edoardo Frosini il ringraziamento degli associati per il lavoro di questi anni.
  • Il messaggio del presidente Pisicchio al ministro Giovannini
    Il presidente dell’Anceferr, Pino Pisicchio, scrive al neo ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili
    Leggi tutto
  • Governo: “Investimenti, semplificazione, riqualificazione. Pronti a collaborare”
    Anceferr
     augura buon lavoro al Presidente Draghi e alla nuova squadra di governo, pronta a collaborare con il ministro Enrico Giovannini che alla promozione dello sviluppo sostenibile ha dedicato gli ultimi anni.
    Leggi tutto
 
Segnalazioni
 

No Modello Genova, non solo Codice Appalti. Il ministro Giovannini annuncia novità
“Finora il dibattito si è concentrato soprattutto sul codice degli appalti. Si pensa che siano tutti lì i problemi. In realtà non esiste la bacchetta magica. Un recente studio della Banca d’Italia ha calcolato i tempi medi delle varie fasi di realizzazione di un’opera pubblica. Bene, sono necessari due anni per la fase di progettazione, sei per l’affidamento, due per l’esecuzione. Insomma, circa il 40% del tempo complessivo ha a che fare con la capacità degli enti appaltanti a definire un progetto. Qui non c’entra il codice degli appalti, ma il depauperamento di professionalità che ha subito la nostra Pubblica Amministrazione”.

RFI: online il nuovo Piano Commerciale
È online, sul sito di RFI, l’ultima edizione, febbraio 2021, del Piano Commerciale della società del Gruppo FS Italiane che gestisce l’infrastruttura ferroviaria nazionale. Un documento di 756 pagine, destinato in particolare alle imprese di trasporto ferroviario, agli Enti locali e a tutti i soggetti interessati, per metterli in condizione di pianificare al meglio il proprio business, suddiviso nelle tre aree di Trasporto pubblico locale, lunga percorrenza e merci, potendo conoscere quelli che saranno gli sviluppi tecnologici e dell’infrastruttura nel prossimo futuro, in coerenza con il Piano Industriale 2020-2024 di Rete Ferroviaria Italiana.
Leggi tutto

Al MIMS il Dipartimento per la Programmazione Strategica

Un terzo Dipartimento per la Programmazione Strategica nel neonato MIMS (Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili). Monitoraggio e controllo dello stato di realizzazione delle opere, con relazioni trimestrali da trasmettere anche al Parlamento. Coinvolgimento delle Regioni e dei sindacati, con i quali è stato raggiunto l’accordo per svolgere i lavori nell’arco delle intere 24 ore.

Il ministero cambia nome: Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili
 Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti diventa “Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili”: questo è il nuovo nome approvato dal Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro Enrico Giovannini con il decreto-legge sulla riorganizzazione dei ministeri.
Leggi tutto

La squadra al MIMS

Due viceministri: Teresa Bellanova e Alessandro Morelli e un sottosegretario, Giovanni Carlo Cancelleri. Ecco la squadra che affianca il ministro Giovannini
Leggi tutto

 



Condividi questo articolo!
Pin It

Stampa   Email